L’anima della nostra Associazione è il Rescue, ed è l’elemento che ci ha permesso di farla conoscere sul territorio nazionale come un'importante punto di riferimento per i nostri amici bassotti. Ci occupiamo di accogliere quelli in difficoltà, stallandoli presso le abitazioni di nostri soci o in strutture accuratamente selezionate dal Consiglio Direttivo, fornire loro cure e assistenza sanitaria se ammalati. Forniamo loro pasti regolari, oltre a medicine e interventi chirurgici laddove necessario. I bassotti ceduti alla nostra Associazione vengono subito sottoposti a visite mediche, vaccini, esami del sangue e seguiti nella fase comportamentale, per poterli inserire al meglio in una famiglia su misura per loro. Tutti i bassotti del Rescue vengono sottoposti ad intervento di ovariectomia per quanto riguarda le femmine e di orchiectomia per i maschi prima di essere affidati definitivamente a famiglie reputate idonee dal Consiglio Direttivo. Per quanto riguarda i cuccioli di bassotto, vengono consegnati all'adottante solo in detenzione. L' Associazione ne resta proprietaria a tutti gli effetti fino al giorno in cui il cucciolo non sarà sottoposto all'intervento di ovariectomia o orchiectomia. E comunque solo dopo avere inoltrato via mail al Consiglio Direttivo, entro e non oltre 5 giorni, il certificato di avvenuta sterilizzazione firmato e timbrato da parte del proprio veterinario di fiducia e allegando una foto che ne attestati l’avvenuto intervento chirurgico.

PERCHE' STERILIZZARE UNA BASSOTTA? Sterilizzando la femmina si prevengono sicuramente diverse patologie dell’apparato riproduttivo quali cisti ovariche, tumori mammari, metriti, ecc. E’ stato assodato che la sterilizzazione influisce positivamente anche sul tempo di sopravvivenza delle cagnoline già colpite da carcinoma mammario, ovviamente unita alla rimozione del tumore stesso. Ma, soprattutto, sterilizziamo per evitare che l'adottante possa utilizzare la bassotta data in adozione come cagna da riproduzione.

PERCHE' CASTRARE UN BASSOTTO? La castrazione previene tutti i problemi di prostata (frequentissimi nei cani anziani) e ovviamente qualsiasi possibilità che insorga un tumore ai testicoli. Un altro punto a favore della castrazione è legato alla problematica del cane “ossessionato” dalle spinte ormonali, che lo portano a voler cercare di accoppiarsi con tutte le cagnette che incontra per strada e a montare qualsiasi cosa gli passi davanti agli occhi. La castrazione lo aiuta a rilassarsi notevolmente, togliendo gran parte dello stimolo ad accoppiarsi e riducendo a zero le possibilità che possa procreare. Ma, soprattutto, sterilizziamo per evitare che l'adottante possa utilizzare il nostro bassotto dato in adozione come cane da monta.

SE IL TUO DESIDERIO E’ QUELLO DI DIVENTARE PROPRIETARIO DI UN CANE DI RAZZA BASSOTTO CON DETERMINATE CONDIZIONI FISICHE, DI SESSO E DI ETA’, DOVRAI RIVOLGERTI AD UNO DEI MOLTI ALLEVAMENTI CERTIFICATI IN ITALIA.